Programma

Partecipazione e democrazia

Uno dei punti di forza della proposta politica risultata vincente a Vignola alle ultime elezioni amministrative è costituito dalla previsione di una serie di azioni volte all’ampliamento degli spazi di democrazia e di partecipazione dei cittadini alle decisioni che li riguardano, per ovviare al problema della crescente sfiducia nei rappresentanti eletti e al conseguente disinteresse per la vita politica e per affrontare il tema del “deficit democratico” che caratterizza il paese intero.

A livello locale occorre provare a resistere e andare controcorrente rendendo più trasparente l’azione politica attraverso una costante informazione, occorre sperimentare e attuare metodi di ascolto e di decisione collettiva in cui si apprenda e si pratichi la cittadinanza attiva.

Costituiscono quindi azioni e programma del 2015 per il Servizio competente la proposta e la realizzazione di iniziative, percorsi partecipati e luoghi di discussione/formazione in cui i cittadini possano riprendere il filo del dialogo con le istituzioni riappropriandosi degli spazi a loro riservati dalla Costituzione e dalla normativa vigente o sperimentandone dei nuovi. In particolare il Servizio sarà impegnato a svolgere una funzione di “facilitatore” attraverso :

  • Realizzazione e promozione di assemblee di quartiere, assemblee pubbliche anche su richiesta dei cittadini, Consigli comunali aperti con potere di intervento e proposta dei cittadini , Consigli Comunali itineranti;
  • Potenziamento e revisione degli Istituti di partecipazione attraverso la modifica dello Statuto Comunale e del relativo Regolamento con la proposta di nuove modalità e strumenti, di democrazia diretta da condividere con i cittadini, attraverso una fase denominata Giornata della democrazia e successivamente attraverso fasi di discussione con gli organi politici di competenza;
  • La parola ai cittadini : serata, già sperimentata durante il percorso di approvazione del Bilancio 2015, da realizzarsi almeno tre volte l’anno con la presenza della Giunta Comunale, in cui i cittadini hanno diritto di fare proposte o critiche per la loro città che vengono discusse e messe ai voti tra i presenti ;
  • Rilancio e valorizzazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi, istituito presso la Scuola Media Muratori di Vignola, attraverso un suo coinvolgimento nelle decisioni che possono interessare i ragazzi sia come studenti sia come cittadini;
  • Partecipazione alle diverse fasi del progetto Community Lab con l’Unione Terre di Castelli e gli altri attori coinvolti nei diversi tavoli operativi;
  • Individuazione e destinazione di luoghi della città e spazi pubblici, anche aperti (piazze, parchi, vie) alla partecipazione e all’incontro: sin da subito la sala del Teatro Cantelli è destinata per una sera alla settimana a questo scopo.

Il ruolo del Servizio nel 2015 sarà anche quello di fungere da coordinatore e/o da formatore nella realizzazione di pratiche partecipative che saranno svolte con la collaborazione degli altri Servizi. Ci si riferisce in particolare al Percorso di consultazione sul Progetto di messa in sicurezza della viabilità intorno alle Scuole Muratori, all’attuazione del Progetto di rifunzionalizzazione di Villa Trenti, alla riattivazione del Patto di cittadinanza del Centro Storico.