Home / Comunicazioni / Voto ai cittadini stranieri e ai sedicenni gli argomenti più discussi nel secondo tavolo di negoziazione

Voto ai cittadini stranieri e ai sedicenni gli argomenti più discussi nel secondo tavolo di negoziazione

Tavolo Negoziazione

Lunedì 15 febbraio si è tenuto il secondo incontro del Tavolo di Negoziazione previsto dal percorso Partecipattiva messo in campo dall’Amministrazione comunale di Vignola per condividere con la cittadinanza le idee che dovrebbero portare alla modifica dello Statuto comunale.

Presenti numerosi cittadini e alcuni rappresentanti di categorie professionali e istituti scolastici cittadini, l’incontro si è focalizzato sulla discussione di alcune delle proposte dell’Amministrazione per il nuovo Statuto – nei prossimi incontri previsti del Tavolo di Negoziazione verrà completata la discussione di tutte le proposte.

Voto agli stranieri e ai sedicenni: allargare la base della partecipazione

Il voto agli stranieri e quello esteso a tutti i residenti che abbiano compiuto i sedici anni di età sono stati i punti più dibattuti della serata, assieme ai principi riguardanti i beni comuni. Questi temi sono apparsi strettamente legati, in quanto i beni comuni sono riconosciuti esplicitamente da un articolo proposto per il nuovo Statuto come meritevoli di tutela anche al fine di garantire i diritti di tutti i residenti e delle generazioni future.

Tra le idee approvate dai partecipanti al Tavolo di Negoziazione c’è anche quella prevista dall’articolo dedicato alle forme associative di mantenere e potenziare l’aggiornamento di un albo comunale delle libere forme associative presenti sul territorio. Una conferma dell’importanza del tessuto associativo per il miglioramento della qualità della vita e della democrazia nella comunità.

Secondo incontro pubblico di formazione il 1° marzo

Il percorso di Partecipattiva prosegue con il secondo incontro pubblico di formazione, previsto per martedì 1 marzo alle ore 20.30 in Sala Consiliare presso la Villa Comunale. L’incontro verterà sul tema del referendum.

 

Approfondimenti: